LE PROPOSTE DEL M5S: AREE VERDI ATTREZZATE PER I DISABILI E ORTI URBANI

Il M5S ha presentato al consiglio comunale due importanti ordini del giorno che indirizzano l’azione del Comune verso nuove pratiche di condivisione del verde pubblico: così il gruppo consiliare, sostenuto dal lavoro degli attivisti, conferma la progettualità politica sintetizzata dallo slogan nessuno deve rimanere indietro”.

Il primo, con oggetto Realizzazione parchi giochi inclusivi nelle aree verdi del Comune di Perugia”, impegna la Giunta Comunale a continuare un percorso partecipato con le associazioni dei disabili, sull’onda della battaglia sull’assistenza indiretta da poco vinta in Consiglio. Si tratta della creazione di un parco giochi inclusivo, affinché anche i bambini con varie disabilità possano fruire di giochi per loro accessibili, salvaguardando il sacrosanto diritto di avere uno spazio ludico pubblico da condividere con  gli altri coetanei.

Un Parco giochi inclusivo, infatti, non è un recinto con giochi speciali per bambini disabili, ma un insieme di divertenti percorsi di gioco per tutti: altalene, scivoli, fortini, ecc.  nell’ottica del gioco libero a cui chiunque può accedere.

Un luogo quindi in cui i bambini con abilità e capacità diverse possono giocare insieme, e interagire tra loro, diminuendo  spontaneamente  le distanze con il resto della comunità: un traguardo che nessun centro specialistico potrà mai  raggiungere.

Bisogna ricordare che, con il D.U.P. 2014-2019, il Comune di Perugia ha recepito la Convenzione O.N.U. sui Diritti delle Persone disabili, che, fra le varie azioni prevede la valorizzazione e riqualificazione di specifici ambiti verdi per implementare i progetti inerenti  le attività rivolte a persone con disabilità

Visto il successo che questo tipo di parchi riscuote in molte città italiane, la nostra proposta appare più che condivisibile, ma vedremo cosa ne pensano gli altri partiti in Consiglio Comunale 

Il secondo ordine del giorno presentato dal M5S offre ancora l’opportunità per la cittadinanza di riappropriarsi attivamente di spazi urbani da riqualificare, e ha come oggetto l“attuazione della Legge regionale n. 312 del 25/03/2014. Sviluppo urbano di agricoltura condivisa. Costituzione di orti sociali urbani pubblici su terreni incolti urbani e periurbani e piantumazione di alberi da frutto”.

In questo caso si chiede  di mettere a disposizione della cittadinanza il verde pubblico inutilizzato, e sempre più spesso lasciato a se stesso, per realizzare degli orti pubblici in cui coltivare insieme e quindi creare un nuovo modo di socializzazione. 

Si chiede inoltre la piantumazione di alberi da frutto: esiste un obbligo da sempre disatteso che prevede che per ogni nuovo nato sia piantato un albero e, addirittura, che i genitori possono anche richiedere dove e quale albero corrisponda al proprio figlio. Questa, che a prima vista può sembrare una banalità, è invece un importante fattore di crescita culturale: un bambino potrà crescere vedendo il suo albero crescere con lui.

La scelta di impiantare alberi da frutto aggiunge alla nostra proposta  un valore culturale importante perchè innanzitutto educa a far riconoscere la biodiversità delle piante e la stagionalità dei frutti; in più vorremmo che i frutti possano essere sia raccolti e consumati dai cittadini che donati a mense pubbliche o famiglie in difficoltà.

Il M5S non è il partito delle polemiche sterili ma un gruppo di cittadini impegnati per il bene comune, capaci di fare proposte concrete e facilmente realizzabili che se vengono ascoltate possono contribuire allo sviluppo sociale della nostra città.

MoVimento 5 Stelle Perugia

o.d.g. a cura di Emma Pavanelli e Tiziana Pasqualini

ODG PARCHI GIOCHI INCLUSIVI

o.d.g. a cura di Roberto Bruschi

ODG BANCO DELLA TERRA E ORTI URBANI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *