ASSE ROMETTI- BARELLI? LO SCOPRIREMO PRESTO. DEPOSITATO L’ODG CONTRO IL CSS

Del civismo autentico del Vice-Sindaco Barelli abbiamo dubitato almeno sin dall’apparentamento col centro-destra, che ha portato alla luce ambizioni personali e di poltrone altrimenti irraggiungibili. Un apparentamento che non può neppure dirsi essere stato determinante per la vittoria di Romizi su Boccali, ma che ha fatto guadagnare alle due liste civiche due posticini in Consiglio comunale e due ruoli rilevanti in giunta in quota Forza Italia, alla faccia degli eletti nel partito di maggioranza. C’è poi stata la bocciatura, dello stesso Barelli, del nostro emendamento sulla tariffa puntuale, che peraltro costituisce ai sensi del vigente Piano regionale sui rifiuti, un obbligo di legge, e l’assenza nelle linee programmatiche del Sindaco, condivise da Barelli e votate dai due consiglieri “civici” Leonardi e Nucciarelli, della strategia Rifiuti Zero, in perfetta violazione dell’accordo sull’apparentamento che esplicitamente la prevedeva. Il tutto, a dimostrare il tradimento immediato anche dei propri elettori. Ma noi non ci scoraggiamo e vogliamo sottoporre nuovamente a prova di coerenza il civismo “Barelliano”, auspicando di non dover scoprire un asse vero e proprio, tra Rometti e Barelli. L’assessore regionale all’ambiente, che peraltro vanta un precedente assessorato con la medesima delega al Comune di Perugia, che definire disastroso è un eufemismo, a pochi mesi dalle elezioni, scalpita per costruire impianti di produzione del CSS (combustibile solido secondario) nella nostra Regione, con il consenso, la benedizione e gli interessi economici di associazioni pseudo ambientaliste pronte a fare da cuscinetto. E allora ricordiamo al Vice-Sindaco la Convenzione AARHUS, in vigore dal 2001, che proprio Barelli nella sua passata attività in Italia Nostra ha sempre sostenuto, che sancisce che va favorita la partecipazione dei cittadini alle attività decisionali aventi effetti sull’ambiente Ebbene è giunta l’ora che Barelli esca definitivamente allo scoperto. Per questo, in attuazione del nostro programma elettorale, che non intendiamo tradire, abbiamo depositato un Ordine del Giorno proprio sul CSS, pronti a ricrederci sulla bontà delle intenzioni del Vice-Sindaco. Confidiamo che l’elettorato di Barelli e coloro che lo hanno sostenuto escano anch’essi allo scoperto e prendano una posizione netta rispetto al proprio rappresentante. Non abbiamo infatti, ad oggi, avuto alcuna notizia su cosa si intenda fare degli impianti a biomassa di cui pullula il piano energetico della passata amministrazione. Dietro l’angolo vi sono anche la politica urbanistica e i “grandi” progetti ancora pendenti, un Assessore all’urbanistica che vuole bypassare il Consiglio e approvare altrove pratiche urbanistiche importanti e da cui emergerà, purtroppo, tutta la trasversalità di cui è capace il partito unico. Per allora Barelli avrà tentato la fuga in Regione?

ODG CSS, RIFIUTI ZERO E TARIFFA PUNTUALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *