SE SEI IN DIFFICOLTA’, UNA BUONA AMMINISTRAZIONE TI TENDE LA MANO, NON TI LASCIA CADERE

REINTRODURRE LA RATEAZIONE DEI CREDITI NON TRIBUTARI: UN AIUTO CONCRETO PER I CITTADINI

Con l’avvento dell’attribuzione della riscossione dei crediti da parte di Equitalia, il Comune di Perugia non può più concedere dilazioni e rateazioni di pagamento ai cittadini in difficoltà nel pagamento dei crediti di natura non tributaria, che ricomprendono principalmente: tutti i proventi derivanti dai servizi pubblici, i corrispettivi per concessioni di beni demaniali, i canoni di uso e qualsiasi altra somma spettante al Comune per disposizioni di leggi, regolamenti o a titolo di liberalità. Nel lontano 2009, infatti, il Consiglio Comunale abrogò l’allora articolo 10, che disciplinava le rateazioni, facendo sì che solamente dopo l’iscrizione a ruolo delle somme e il passaggio della riscossione ad Equitalia, i cittadini in difficoltà con i pagamenti potessero accedere a forme di rateazione. Dilazioni che a quel punto, come sappiamo, lievitano a dismisura, a causa degli alti interessi e dell’aggio di riscossione imposto da Equitalia. Il danno che una tale abrogazione ha prodotto, in questi anni, si è tradotto anche nella minore capacità del comune di riscuotere con tempestività le somme dovute e soprattutto nelle mancate riscossioni ai danni del bilancio comunale, in quanto, come risulta dai dati della riscossione, Equitalia non riesce a riscuotere se non un mero 17% delle somme oggetto delle cartelle.

Pertanto, proprio per andare incontro ai cittadini onesti che intendono pagare il dovuto, ma che sono in difficoltà, chiediamo di reintrodurre la disposizione abrogata nel 2009 e di permettere la concessione da parte degli uffici delle rateazioni delle somme da riscuotere, a chi per difficoltà economiche ne faccia richiesta. E’ per noi inspiegabile, come in tutti questi anni, che peraltro hanno coinciso con la crisi economica e la perdita di posti di lavoro, a nessuna forza politica presente in comune, sia venuto in mente di ripristinare una norma essenziale come questa. Ma forse, quando parliamo dei partiti tradizionali non c’è da stupirsi di nulla: il bene dei cittadini e la buona amministrazione non sono le loro priorità.PROPOSTA DELIBERA RATEAZIONE E DILAZIONI CREDITI NON TRIBUTARI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *