WELFARE: LA REGIONE UMBRIA BLOCCA LA LIQUIDAZIONE DEL CONTRIBUTO LOCAZIONE 2014 E TAGLIA IL FONDO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA

LE POLITICHE SOCIALI PER LA REGIONE UMBRIA SONO PROPRIO UNA VOCAZIONE!

Per i cittadini in difficoltà nel pagamento del canone di locazione esiste un fondo che permette loro di avere un contributo ed evitare lo sfratto per morosità. Ma la misura viene di fatto snaturata e vanificata grazie alla Regione Umbria che non ha ancora liquidato l’ultima tranche per il saldo del bando 2014. Per il Comune di Perugia, il fondo vale Euro 388.598,70, a cui si aggiunge il cofinanziamento comunale di soli 30 mila euro. Prima tranche di 140 mila euro liquidata dalla Regione Umbria a luglio 2016, seconda tranche di altri 140 mila a febbraio 2017. Mancano all’appello oltre 100 mila euro. E i cittadini in difficoltà aspettano. Come se non bastasse, a seguito del sisma, la Regione ha bloccato le assegnazioni degli alloggi di edilizia sociale ai cittadini utilmente collocati nella graduatoria 2014 e il nuovo bando (solo pochi giorni or sono lo sblocco), e, ciliegina sulla torta, per il 2017, la Regione taglia al solo Comune di Perugia 370 mila euro del fondo per la non autosufficienza (Prina). Ora, che i cittadini sono sempre più in difficoltà. Giunge voce che la Regione non rinnoverà il fondo contributo locazione. Le politiche sociali per la Regione Umbria sono proprio una vocazione!

Cristina Rosetti

(Portavoce Consigliere M5S Comune di Perugia)

INTERROGAZIONE URGENTE A RISPOSTA ORALE SU CONTRIBUTO LOCAZIONE E ASSEGNAZIONE CASE POPOLARI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *