AD UN ANNO DAL NUBIFRAGIO DEL 12 GIUGNO 2016, IL M5S INTERROGA LA GIUNTA ROMIZI

E’ passato un anno dal nubifragio del 12 giugno 2016, che causò danni ingenti tanto al patrimonio pubblico che privato. Nell’immediatezza dei fatti, il Comune di Perugia parlò di evento eccezionale e congiuntamente alla Regione Umbria chiese il riconoscimento dello stato di emergenza, rigettato dal Dipartimento della Protezione Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dai sopralluoghi tecnici, infatti, risultò che le situazioni di dissesto appartenevano ad eventi pregressi e che il territorio si caratterizza “per una elevata vulnerabilità idraulica, rappresentata essenzialmente dalla perdita del reticolo idrografico e/o dal suo confinamento in ambiti assolutamente insufficienti, essenzialmente per mancata manutenzione, in molti casi, dei corsi d’acqua e delle strutture che sugli stessi insistono, e per l’assenza di interventi a scala di bacino che possono consentire la risoluzione a lungo termine delle problematiche che a più riprese, e per eventi anche non di particolare intensità, si vengono a determinare”. Voragini stradali, collettori fognari da ripristinare, bitumature e danni al patrimonio privato gli effetti della scarsa cura del territorio e della predisposizioni di reti idrauliche adeguate. Ad un anno di distanza dall’evento, non avendo notizia di eventuali risarcimenti disposti dal Comune ed essendo necessario fare un bilancio della situazione e comprendere quali misure preventive il Comune, dopo quella esperienza, abbia adottato, il M5S interroga il Sindaco e la Giunta: per capire l’entità effettiva dei danni al patrimonio pubblico e privato, conoscerne le relative cause, gli interventi effettuati e chi se ne è fatto carico, ma soprattutto le azioni messe in campo per la prevenzione di ulteriori danni nel caso del ripetersi di fenomeni analoghi a quello del 12 giugno 2016, non più definibili come eccezionali, nonché gli intendimenti in merito alle richieste di risarcimento danni formulate dai privati, con indicazione dell’esatta quantificazione dei danni richiesti e riconosciuti e la sussistenza di eventuali cause risarcitorie pendenti.

Cristina Rosetti

(Portavoce Consigliere M5S Comune di Perugia)

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA NUBIFRAGIO 12 GIUGNO 2016

NUBIFRAGIO DEL 12 GIUGNO: DANNI IMPUTABILI A DIFETTI DI MANUTENZIONE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *