SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI: LA PROVINCIA SMENTISCE IL COMUNE DI PERUGIA

All’indomani dell’evento sismico di fine agosto, il M5S ha presentato una interrogazione urgente per avere contezza dello stato degli edifici pubblici e privati che ospitano scuole, strutture sanitarie ed edifici pubblici nel nostro comune. Abbiamo chiesto di conoscere con precisione il periodo di costruzione, la tipologia di struttura portante, lo stato conservativo delle strutture, gli interventi di riparazione, miglioramento sismico e/o adeguamento sismico effettuati negli anni, se sia stata mai eseguita la procedura di “valutazione della sicurezza” sui diversi edifici. Ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta. Mentre la Giunta rassicura i cittadini preoccupati per la sicurezza dei loro figli, per essere poi smentita il giorno dopo dalla Provincia, che dichiara inagibile la scuola Pieralli. E’ del 5 settembre scorso la richiesta al Sindaco di Perugia Romizi di una madre preoccupata dello stato dello stabile della Fondazione S. Anna che ospita le scuole medie Foscolo e Bernardino di Betto, la quale, non reperendo alcuna informazione sul sito del Comune vuole conoscere lo stato degli edifici ed essere rassicurata sulla loro sicurezza. Dopo vari solleciti, arriva la risposta del Sindaco, del 9 settembre, che, a mezzo della dirigente competente rassicura che tutte le scuole sono state controllate e sono sicure: “È stato inviato a tutti i Dirigenti Scolastici delle Scuole del Comune di Perugia l’esito dei sopralluoghi finalizzati alla valutazione dell’agibilità degli edifici scolastici a seguito dell’evento simico del 24.08.2016 e seguenti. Tecnici verificatori di questo comune hanno effettuato sopralluoghi speditivi presso tutti i plessi scolastici al fine di accertare la presenza di lesioni e danneggiamenti conseguenti all’evento sismico a seguito dei quali è stato possibile riscontrare che non sono presenti lesioni correlate al recente evento sismico tali da compromettere o modificare il preesistente livello di sicurezza degli edifici”. Ebbene a smentire il Comune ci pensa, due giorni dopo, la Provincia che dichiara inagibile parte dell’edificio che ospita l’Istituto Pieralli. Visto che delle rassicurazioni a parole non ci si può fidare, il M5S ha presentato specifico accesso atti per avere la documentazione rilevante per ogni edificio e che renderà pubblici, affinché i genitori e i loro figli possano avere contezza del reale stato di sicurezza delle proprie scuole.

INTERROGAZIONE URGENTE STATO DEGLI EDIFICI

accesso-sicurezza-edifici

DATABASE_DOCUMENTAZIONE x AA Cons Rosetti_20161003 DATABASE EDIFICI SCOLASTICI-SICUREZZA

2 Responses a “SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI: LA PROVINCIA SMENTISCE IL COMUNE DI PERUGIA”
  1. Paola Cavazzana says:
    • Cristina Rosetti says:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *