INDENNITA’ DI DISAGIO AMBIENTALE: SCONTO SULLE TARIFFE OFFESA AI CITTADINI CHE VIVONO IL DISAGIO DELLE DISCARICHE

Occorrono investimenti su progetti di risanamento ambientale, sulla prevenzione degli inquinanti, sullo stato di salute di territorio e cittadini. Lo sconto proposto dalla Giunta Romizi sulla tariffa/imposta della Tari è offensiva per i cittadini e alimenta la cultura deleteria dello scambio: salute-denaro. Stop anche all’impiego illegittimo di risorse per marciapiedi e illuminazione, che devono essere finanziati con la spesa corrente. Anche per il 2016 e 2017, il Comune di Perugia è in ritardo nella riscossione dell’indennità di disagio ambientale: quella tariffa in più che i comuni pagano per conferire rifiuti agli impianti di Pietramelina, Borgo Giglione (oggi chiusi, non si sa fino a quando) e Ponte Rio e che il Gestore degli impianti deve versare ogni sei mesi ai comuni ove sono ubicati gli impianti e a quelli limitrofi.

La relazione finale, domani, 4 settembre 2017, in Consiglio Comunale.

INDENNITA DISAGIO AMBIENTALE RELAZIONE FINALE M5S

Cristina Rosetti

(Portavoce Consigliere M5S Comune di Perugia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *